Sermoneta : ABBAZIA DI VALVISCIOLO (Sermoneta). Arte, Storia, Cultura, Prodotti Tipici, Dove dormire, Dove mangiare in Provincia di Latina.




Provincia di Latina ► ABBAZIA DI VALVISCIOLO (Sermoneta)

Informazioni storiche della Provincia di Latina

L'abbazia cistercense dei Santi Pietro e Stefano Valvisciolo è situata sul lato occidentale del monte Corvino, a 104 m. di altitudine, rivolta verso la pianura pontina a pochi chilometri da Sermoneta. Già insediamento volsco, il sito divenne, in età romana, villa di M. I. Clodio, di cui ci fornisce notizie lo storico sermonetano Pietro Pantanelli. La sua costruzione si fa risalire alla seconda metà del XIII secolo, verso il 1166, ad opera di un gruppo di monaci cistercensi esuli che avevano dovuto abbandonare il loro monastero di Santa Maria di Marmosolio (vicino a Ninfa), distrutto dalle truppe di Federico Barbarossa. Secondo la tradizione, priva però di testimonianza documentaria - come annota Giovanni Cristino (2002), essi si sarebbero insediati sulle preesistenti strutture edilizie di un cenobio basiliano del X-XI secolo. I monaci scelsero quel luogo sia per la presenza di acqua nelle vicinanze, che assicurava rifornimento idrico per tutte le attività connesse alla vita del futuro monastero, sia perché era facile reperirvi materiali da costruzione come pietra calcarea, travertino, tufo e legno.
Avviarono "programmi economici basati sulla conduzione agricola del patrimonio monastico, impiantarono e migliorarono colture cerealicole, vigneti ed uliveti, integrati con redditizi pascoli". La nuova abbazia prese il nome di Santi Pietro e Stefano di Marmosolio; l'appellativo "Marmosolio" rimane almeno sino alla prima metà del XIV secolo e muterà in "Valvisciolo" (tratto probabilmente dal latino Vallis Luscinae, valle dell'usignolo) con l'arrivo di un'altra comunità di monaci - dopo il 1312 - che aveva abbandonato il proprio monastero di Carpineto Romano, dedicato a S. Stefano in Valvisciolo.

INTERNO ABBAZIA DI VALVISCIOLO

La chiesa dei santi Pietro e Stefano di Valvisciolo è articolata sul classico modello cistercense che prevede la pianta a tre navate, transetto e coro a terminazione rettilinea tra cappelle terminali allineate. La facciata presenta un grande rosone di cinque metri di diametro, formato da dodici archetti intersecantisi poggianti su colonnine binate, che si diramano da un occhio centrale. La lunetta posta sul portale d'ingresso reca un affresco con la Vergine in trono col Bambino tra i santi Stefano e Pietro. La chiesa, originariamente austera e priva di eccessive decorazioni, appare decorata, oltre che dalle grandi tele portate in dono da Papa Pio IX nel 1863, da un serie di dipinti murali realizzati nel 1589 da Nicolò Circignani detto il Pomarancio, quando l'Abbazia divenne priorato secolare con abate commendatario il cardinale Enrico Caetani. Gli affreschi adornano le pareti del presbiterio e del coro -con rappresentazioni di San Bernardo, San Benedettom San Pietro e San Paolo, Cristo porta croce, l'Addolorata - e la cappella dedicata a San Lorenzo, situata in fondo alla navata sinistra, con storie della vita e del martirio del santo.
Il chiostro, è il punto di riferimento di tutto il complesso abbaziale, considerato il cuore dell'abbazia, con gallerie ritmicamente scandite da una fuga di archetti a tutto sesto su slanciate colonnine binate che poggiano su tori schiacciati. Dal chiostro si accede a tutti gli altri locali del complesso, su esso si affacciano il Refettorio, il Capitolo, il Calefactorium, il Dispensarium (attualmente sede del Museo dell'Abbazia), ripartiti secondo l'urbanistica tipica dei monasteri cistercensi, anche se attualmente adibiti a funzioni diverse da quelle originarie.


torna su
La Realizzazione grafica e dei contenuti è stata curata da Media Marche
Provincia Latina - sistema d'informazione turistica della provincia non istituzionale.

Valid HTML 4.01 Transitional

Ricerca per categoria: Hotel, Agriturismi, Bed and Breakfast, Ristoranti, Pizzerie nela Provincia di Latina


Agriturismi in provincia di Latina Tot: (15)  -  Bed and Breakfast in provincia di Latina Tot: (9)  -  Casa Vacanze in provincia di Latina Tot: (1)  -  Florovivaistica in provincia di Latina Tot: (2)  -  Hotel in provincia di Latina Tot: (9)  -  Longe Bar in provincia di Latina Tot: (1)  -  Pizzerie in provincia di Latina Tot: (3)  -  Prodotti Tipici in provincia di Latina Tot: (1)  -  Ristoranti in provincia di Latina Tot: (31)  - 

Ricerca per Comune: Hotel, Agriturismi, Bed and Breakfast, Ristoranti, Pizzerie nela Provincia di Latina

Agriturismi Aprilia Tot: (2)   Agriturismi Cisterna di Latina Tot: (1)   Agriturismi Cori Tot: (2)   Agriturismi Lenola Tot: (1)   Agriturismi Sabaudia Tot: (4)   Agriturismi Spigno Saturnia Tot: (1)   Agriturismi Terracina Tot: (4)   Bed and Breakfast Aprilia Tot: (1)   Bed and Breakfast Fondi Tot: (1)   Bed and Breakfast Formia Tot: (1)   Bed and Breakfast Gaeta Tot: (1)   Bed and Breakfast Priverno Tot: (2)   Bed and Breakfast San Felice Circeo Tot: (1)   Bed and Breakfast Sperlonga Tot: (2)   Casa Vacanze Sperlonga Tot: (1)   Florovivaistica Sabaudia Tot: (1)   Florovivaistica Terracina Tot: (1)   Hotel Campodimele Tot: (1)   Hotel Castelforte Tot: (1)   Hotel Gaeta Tot: (2)   Hotel Minturno Tot: (2)   Hotel Sperlonga Tot: (3)   Longe Bar Gaeta Tot: (1)   Pizzerie Aprilia Tot: (1)   Pizzerie Itri Tot: (1)   Pizzerie Terracina Tot: (1)   Prodotti Tipici Pontinia Tot: (1)   Ristoranti Campodimele Tot: (1)   Ristoranti Castelforte Tot: (1)   Ristoranti Fondi Tot: (5)   Ristoranti Formia Tot: (2)   Ristoranti Gaeta Tot: (5)   Ristoranti Itri Tot: (2)   Ristoranti Latina Tot: (4)   Ristoranti Lenola Tot: (2)   Ristoranti Minturno Tot: (2)   Ristoranti Monte San Biagio Tot: (1)   Ristoranti Priverno Tot: (2)   Ristoranti Prossedi Tot: (1)   Ristoranti Sezze Tot: (1)   Ristoranti Terracina Tot: (2)